Progetto WW1: l’angolo del modellismo – puntata 1

Nel percorso che ci accompagnerà lungo gli eventi della Prima Guerra Mondiale abbiamo deciso di creare una piccola sezione dedicata al modellismo… ovviamente con a tema la Grande Guerra! A condurci in questo particolare percorso non sarò io, ma il mio amico e grande modellista Matteo Fontana di Bologna. Per esigenze tecniche in questo caso non verrà seguito un preciso ordine cronologico, ma verranno presentati modelli di mezzi utilizzati tra il 1914 e il 1918. Insieme alle informazioni tecnico-storiche di facile reperimento per gli amanti del genere uniremo sempre fotografie dei modellini in questione.

Il primo modello che prenderemo in esame è il MACCHI M5, quello che è unanimamente riconosciuto come l’idrocaccia più veloce della Grande Guerra!

Macchi M5

Il Macchi M.5 fu un idrocaccia monomotore monoposto italiano costruito dalla Società Anonima Nieuport-Macchi, poi Aeronautica Macchi, a Varese. Era estremamente manovrabile ed agile e ha uguagliato gli aerei non idrovolanti nei combattimenti.
Il primo prototipo di un caccia biplano monoposto era il Tipo M che volò la prima volta nel 1917. Costruito dagli ingegneri Carlo Felice Buzio e Luigi Calzavara aveva uno scafo con chiglia a singolo gradino e una cabina di pilotaggio aperta davanti alle ali ed era simile al precedente Macchi M.3. Fu seguito da un altro prototipo con la coda riveduta contrassegnato dalla sigla Ma e da successivi progetti come il M bis e il Ma bis. Il prototipo che ha dato origine alla produzione fu il M.5 e come gli altri prototipi era azionato da un unico motore Isotta Fraschini V.4B. Le forniture per la Regia Marina furono consegnate nel 1917. Produzioni successive erano più potenti, sia perché dotate di un motore Isotta Fraschini V.6 sia perché erano stati ridisegnati i galleggianti, furono chiamate M.5 mod. Macchi produsse 200 aerei e altri 44 furono costruiti dalla Società Aeronautica Italiana.

Macchi M5Motore : Isotta Fraschini V.4B
Potenza : 160 CV
Velocità max : 189 km/h
Autonomia : 3 h e 40 min
Armamento : Mitragliatrici 2 Vickers
calibro 7,7 mm fisse in
caccia

Modello 1:48

Il modello da me costruito della ditta modellistica FLY, rappresenta un MACCHI M5 dell’ Aereonautica Militare Italiana durante la Prima Guerra Mondiale nel teatro del Mediterraneo contro la k.u.k. Kriegsmarine Austriaca.

Modello : Macchi M5
Matricola : 13041
Motto : Ich son ave

Gli M.5 furono utilizzati da cinque squadroni pattugliatori marittimi come combattenti o come scorta per i convogli, e alcune volte furono imbarcati sulla nave appoggio idrovolanti Giuseppe Miraglia. Verso la fine della prima guerra mondiale, questi idrovolanti furono utilizzati sia dalla United States Navy sia dalla United States Marine Corps. L’aspirante Charles Hazzaline Hammann, che ottenne la prima Medal of Honor data a un aviatore della marina statunitense, prestò servizio su un M.5.

 

Macchi M5

Nel 1923, quando la Regia Aeronautica venne istituita, 65 M.5 erano ancora in servizio, anche se furono tutti demoliti negli anni successivi.

Annunci

6 risposte a “Progetto WW1: l’angolo del modellismo – puntata 1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...