Storie della Bolognina – Introduzione

mappaLa Bolognina è un quartiere a nord della stazione di Bologna, considerato a buon diritto la Chinatown della città per la folta e storica presenza di cinesi. Storica perché i cinesi arrivarono a Bologna già nei primi vent’anni del ‘900 ed oggi è facile imbattersi nelle quarte generazioni di laboriosi orientali. La Bolognina nacque essenzialmente come quartiere popolare ed operaio, ad eccezione di alcune strade più signorili, e tale è rimasto sino ai giorni nostri aggiungendo a questo tratto caratteristico anche la forte presenza di cittadini stranieri più o meno regolari (spesso meno che più).

2946862661Non vi è però mescolanza etnica. La mescolanza, tanto osannata di questi tempi, si traduce in genere con la creazione di veri e propri ghetti all’interno delle aree urbane dove si trovano a vivere popolazioni molto diverse da loro e che non hanno poi tutta questa voglia di dialogare e collaborare tra loro. I Cinesi fanno gruppo per conto loro e occupano la parte settentrionale del quartiere, in particolare via Ferrarese è la loro strada. Nella parte meridionale del quartiere sono i cittadini di provenienza africana ad essere la maggioranza. Disposti a macchia di leopardo troviamo abitanti del Bangladesh e del Pakistan, che ricambiano cortesemente lo scarso amore delle altre comunità nei loro confronti. Gli abitanti del est europa in buona parte si sono spostati verso altri quartieri della città. Il dislivello tra il lato nord e quello sud della Bolognina, in termini di vivibilità, è molto netto… come diceva il saggio: in via Ferrarese non si muove una foglia che Pechino non voglia. In genere in Cinesi non amano attirare l’attenzione delle forze dell’ordine e fanno si che il loro territorio sia maggiormente tranquillo rispetto agli altri… poi è chiaro che ogni tanto qualcosa capita lo stesso. Il lato meridionale del quartiere negli ultimi anni ospita anche il nuovo complesso (orribile) del Comune di Bologna e sul lato ovest si è tentato un progetto di riqualificazione urbana non ancora terminato.

In questo quartiere (dove visse mio nonno da bambino) ho lavorato per 4 anni come agente immobiliare, vivendo a stretto contatto con le varie realtà del quartiere e addentrandomi a fondo proprio nella zona cinese. Da questa esperienza (2007-2011) nel 2013 ha preso corpo una raccolta di racconti ispirati a luoghi e personaggi incontrati durante le giornate passate in Bolognina. 22 racconti. Ognuno legato ad un Arcano Maggiore dei Tarocchi. Nel corso dei prossimi mesi ve li proporrò su questo blog. Nella speranza che vi trasmettano sensazioni ed emozioni da quel popolare angolo di Bologna. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...